Mytho 42k

MYTHO MARATHON è l’occasione di entrare nell’Olimpo delle Maratone. Un mito che non smetterà mai di sorprenderti perché ti propone un nuovo percorso ogni anno che ti farà innamorare a vita del Friuli Venezia Giulia e delle sue tre meravigliose città UNESCO. Dopo il successo della prima edizione a Cividale del Friuli, MYTHO Marathon approda a Sacile il “Giardino della Serenissima” dove andrà in scena il secondo atto dell’unica maratona su strada a disputarsi in Friuli Venezia Giulia!

Il tracciato 42K

I piedi sul selciato, il cuore che batte al ritmo degli altri runner e un panorama unico che ti scorre accanto: questa è l’emozione chiamata MYTHO. Il tuo cammino inizia dalla meravigliosa Piazza del Popolo, da qui percorrerai due volte un anello cittadino di 5 km, prima di spostarti verso nord entrando nel comune di Caneva dove raggiungerai il sito palafitticolo di Palù di Livenza, dal 2011 iscritto nella lista dei siti riconosciuti dall’UNESCO come Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Successivamente attraverserai Polcenigo, entrato nell’esclusiva lista dei Borghi Più Belli d’Italia, poi supererai l’abitato di Fontanafredda e prima di far ritorno a Sacile dove ti aspetta il secondo dei tre traguardi della tua corsa verso il MYTHO di Maratona!

La medaglia

MYTHO MARATHON è l’unica maratona al mondo che permette ai runner di costruire anno dopo anno la propria medaglia!
Solo chi completerà le 3 competizioni infatti potrà definirsi MYTHO e portare (con orgoglio) la speciale medaglia assemblata anno dopo anno al termine di ogni maratona. Una creazione inedita e originale, come la maratona che rappresenta!

PROSECCO DOC
speed bridge contest

Prosecco DOC Speed Bridge Contest è un riconoscimento speciale che viene dato al maratoneta più veloce ad attraversare una specifica area del percorso della MYTHO MARATHON. L’edizione 2022 andrà a premiare il runner che percorrerà più velocemente l’iconico Ponte della Libertà di Sacile, ponte che i podisti iscritti alla maratona affronteranno per ben due volte.
Nel 2021 a conquistare l'ambito premio sponsorizzato dal Consorzio per la tutela del Prosecco DOC è stato Gianfranco Locatelli, che ha impiegato 12”66 per attraversare il famoso Ponte del Diavolo di Cividale.

Viaggio nel logo
Mytho Marathon

Volevamo un logo che portasse con sé la meraviglia del territorio del Friuli Venezia Giulia e la sensazione di correre una maratona mitica.
Il logo ricorda la lingua degli dei dell’Olimpo, ha un profilo che rieccheggia le maestose montagne incluse in ogni veduta del territorio, racconta gli alti e i bassi vissuti durante una maratona: i picchi di entusiasmo contrapposti ai momenti in cui si pensa di non poter fare un passo oltre.
È composto da differenti parti perché questo è lo spirito della maratona: un passo dopo l’altro, e uno e uno ancora, fino all’albero, fino al fondo della strada...tanti frammenti di competizione che, uno dopo l’altro, compongono un Mytho.
La Y racchiude le tre tappe affrontate un anno dopo l’altro. Ogni tassello della Y porta un colore che rappresenta la città sede di gara. Ogni anno la Y si tingerà del colore della città che ospita Mytho Marathon per identificare l’evento e rendere onore al luogo che lo ospita. E rendere onore a chi parteciperà. Infatti, se la si guarda bene, la Y è un runner con le braccia alzate mentre taglia il traguardo.

Mytho marathon
2021

Cividale del Friuli, patrimonio UNESCO dal 2011, ha accolto la prima edizione della MYTHO Marathon. Presso la sede del primo ducato istituito dai Longobardi in Italia, più di 800 runners hanno affrontato la prima delle tre tappe del MYTHO. Ad inaugurare l’albo d’oro dei vincitori di Mytho Marathon ci hanno pensato il keniano Simon Kamau Njeri con il tempo di 2:14:50 e l’etiope Sintayehu Tilahun Getahun, che si è aggiudicata la classifica femminile con un tempo di 2:45:06.