Mytho 10k

Non ti senti ancora sufficientemente pronto per affrontare un’intera maratona? Vuoi comunque metterti in gioco e respirare il profumo di una gara vera? Allora la Mytho 10k Run è la competizione giusta per te!
10,000 km: questa è la distanza che devi percorrere per completare il tuo obiettivo. La tua sfida inizia una trentina di minuti dopo che i runner che puntano a tagliare il traguardo della maratona saranno partiti, ma avrai l’onore di concludere prima di tutti l’affascinante tracciato cittadino.

Il tracciato 10K

Piazza del Popolo, ricordati bene questa location perchè e da qui che inizierà e si concluderà la tua fatica, ed è da questa splendida piazza in origine un emporio destinato allo scalo delle merci del porto fluviale,
che si snoda il circuito cittadino di 5 km che andrai a percorrere due volte.
Pronti via e subito attraversi il Ponte della Vittoria da dove ammirerai le acque verdi del Livenza, il fiume che da sempre è l’essenza di questa meravigliosa perla dell’antica Repubblica di Venezia.
Livenza che incontrerai nuovamente quando solcherai il Ponte Lacchin che conduce al Pala Micheletto il palazzetto dello sport intitolato a Giovanni Micheletto primo ciclista del Friuli Venezia Giulia ad indossare la maglia rosa e a vincere il Giro d’Italia.
E sarà proprio un altro corridore a caratterizzare il tuo percorso, infatti poco dopo percorrerai un pezzo della pista ciclabile dedicata al compianto Denis Zanette, prima di superare il Tempio di San Liberale ed immetterti nel lungo rettilineo finale che dal Teatro Zancanaro ti porterà fino al traguardo!

Viaggio nel logo
Mytho Marathon

Volevamo un logo che portasse con sé la meraviglia del territorio del Friuli Venezia Giulia e la sensazione di correre una maratona mitica.
Il logo ricorda la lingua degli dei dell’Olimpo, ha un profilo che rieccheggia le maestose montagne incluse in ogni veduta del territorio, racconta gli alti e i bassi vissuti durante una maratona: i picchi di entusiasmo contrapposti ai momenti in cui si pensa di non poter fare un passo oltre.
È composto da differenti parti perché questo è lo spirito della maratona: un passo dopo l’altro, e uno e uno ancora, fino all’albero, fino al fondo della strada...tanti frammenti di competizione che, uno dopo l’altro, compongono un Mytho.
La Y racchiude le tre tappe affrontate un anno dopo l’altro. Ogni tassello della Y porta un colore che rappresenta la città sede di gara. Ogni anno la Y si tingerà del colore della città che ospita Mytho Marathon per identificare l’evento e rendere onore al luogo che lo ospita. E rendere onore a chi parteciperà. Infatti, se la si guarda bene, la Y è un runner con le braccia alzate mentre taglia il traguardo.