Che punti tocca il percorso?

Attraversi i verdi prati di Sanguarzo da dove ammirare all’orizzonte il Santuario della Beata Vergine di Castelmonte, corri al fianco del fiume Natisone che ti accompagna all’interno delle mura del centro storico di Cividale. Poi scorgi il museo archeologico, il Duomo di Santa Maria Assunta e, quando attraversi lo spettacolare ponte del Diavolo, siamo certi il tuo cuore batterà ancora più forte. Il percorso continua verso sud, attraverso colline punteggiate da viti e alberi da frutto e poi transiti una seconda volta sopra il Natisone ammirando alla tua destra il Ponte del Diavolo e il meraviglioso centro di Cividale che, da lì a pochi chilometri, andrai nuovamente a raggiungere. Dopo aver completato i due giri dell’anello, la tua fatica si conclude in via Monsignor Liva dove ti aspetta il primo dei tre traguardi della tua corsa verso il MYTHO di Maratona.